Prestiti postali low cost: le migliori offerte del 2021

Indice dei contenuti

Può capitare spesso di trovarsi in una situazione di difficoltà economica e di avere la necessità di fare richiesta di un prestito. Spesso questa liquidità extra potrebbe essere importante ad esempio per affrontare delle spese impreviste, oppure per cure mediche oppure per ristrutturare la propria abitazione. Qualsiasi sia il motivo per cui richiedi il finanziamento, devi sapere che oggi sono sempre di più le soluzioni di finanziamenti che sono proposte da banche e società di credito. In particolare, specialmente in questi ultimi anni, si stanno facendo molta strada i prestiti e i finanziamenti erogati da Poste Italiane.

Prestiti postali: cosa sono?

I prestiti postali sono dei finanziamenti nati appositamente per soddisfare le necessità e le esigenze economiche delle famiglie e per far fronte delle spese anche impreviste. Possono essere utilizzati ad esempio anche per sviluppare piccoli e grandi progetti di varia portata. Gli importi che si possono ottenere grazie ai prestiti postali variano spesso da una soluzione all’altra e anche in base alla posta alla quale ti rivolgi. Puoi richiedere ad esempio dei prestiti piccoli che erogano degli importi ridotti, come ad esempio 1.000 € o 2.000 €. In alternativa, per richiedere dei prestiti con importi più elevati, anche fino ad esempio a 50.000 €, a seconda naturalmente della tipologia di spesa che si intende affrontare.

La scelta dell’importo dipende infatti dalle nostre esigenze e dal motivo principale per cui abbiamo la necessità di richiedere il finanziamento che stiamo richiedendo. La durata del rimborso di questo tipo di prestito può essere anche molto variabile. Si può andare ad esempio da pochi mesi fino a 10 anni. La durata del piano di ammortamento dipende dalle nostre preferenze, soprattutto dalle regole scelte dalla posta alla quale ci si rivolge e dall’importo totale del finanziamento che riceviamo in prestito.

Il tasso di interesse per questi tipi di prestiti di solito è fisso. Questo significa quindi che la rata rimane costante per tutte le mensilità della durata del finanziamento. Oggi puoi fare richiesta per un prestito postale in ogni ufficio postale. Sono numerose le filiali che mettono a disposizione numerose soluzioni di prestiti e dei finanziamenti che possono aiutarti a migliorare la tua situazione economica.

Quando un prestito postale si può definire low-cost?

Un prestito postale low cost, in buona sostanza, è un prestito che prevede dei costi ridotti e convenienti rispetto ad altre tipologie di finanziamenti. Il costo di un prestito postale riceve un’influenza da diversi fattori. Ad esempio, molto dipende dall’affidabilità economica e dalla situazione lavorativa del cliente, così come anche dalla sua età. Naturalmente, più l’età del cliente è elevata, più questo comporta un aumento dei tassi di interesse. Allo stesso tempo, più il soggetto ha la possibilità di dimostrare delle garanzie economiche affidabili e sicure, più naturalmente i tassi di interesse applicati saranno minori.

Al contrario, chi non gode di una buona situazione lavorativa e ha delle difficoltà a dimostrare delle garanzie economiche, avrà un prestito postale con un tasso di interesse più elevato. Allo stesso tempo, ci sono anche delle specifiche forme di prestiti agevolati che sono ideati e pensati appositamente per alcune categorie di persone. Queste soluzioni vengono offerte da tutti gli uffici postali e sono riservate appositamente per chi di solito richiede dei finanziamenti con importi bassi e ridotti.

Queste tipologie di prestiti prendono per l’appunto il nome di low cost, ovvero prestiti a basso costo. Si tratta in buona sostanza di prestiti che vedono l’applicazione di tassi di interesse che sono notevolmente ridotti.

Tassi di interesse convenienti

I prestiti postali a basso costo sono caratterizzati dall’applicazione di tassi di interesse che sono nettamente inferiori rispetto ai prestiti tradizionali. In particolare, tra le varie tipologie di prestiti postali oggi troviamo anche quelli con cessione del quinto. In queste tipologie di prestiti, in buona sostanza le rate mensili vengono trattenute direttamente dallo stipendio del richiedente, oppure dalla pensione. Se si tratta di un soggetto pensionato, i prestiti postali con cessione del quinto sono considerati dei prestiti garantiti. Infatti, questi vengono emessi in modo indipendente dalla situazione economica e lavorativa del soggetto debitore.

Il rimborso della somma prevista dalla rata mensile del piano di ammortamento avviene infatti attraverso una trattenuta diretta sulla busta paga, oppure sulla pensione del richiedente. Naturalmente, questa trattenuta diretta implica per il richiedente del finanziamento dei costi che sono nettamente ridotti rispetto a quelli previsti invece per altre tipologie di credito e di finanziamenti. Proprio per questo motivo, la cessione del quinto è da considerarsi come un prestito a basso costo.

Peculiarità e condizioni

Ci sono delle peculiarità e delle caratteristiche dei prestiti postali low cost, tra cui anche quelli con cessione del quinto. Si tratta di prodotti di credito che sono rivolti principalmente ai lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati. Questi lavoratori devono essere assunti però da almeno 4 mesi. Inoltre, sono dei prodotti finanziari che sono destinati anche ai pensionati, i quali però spesso sono portati a sottoscrivere in modo obbligatorio una polizza di assicurazione sulla perdita della vita. Questa polizza di assicurazione diventa obbligatoria soprattutto se il pensionato ha un’età particolarmente avanzata.

Chi può richiederlo?

Il prestito postale è un prestito che si può richiedere anche quando non si è titolari di un conto corrente BancoPosta. L’importo che può essere erogato al massimo con questo tipo di finanziamento è di almeno 3.000 €. La durata del rimborso può cambiare spesso da una soluzione all’altra. Il periodo di rimborso può andare dai 24 agli 80 mesi o più. Il rimborso delle rate mensili ha una scadenza di tipo mensile e avviene in base al tipo di clientela attraverso un addebito diretto sulla propria carta di Poste Italiane o sul proprio conto corrente bancario.

In alternativa, il rimborso può avvenire attraverso il pagamento di bollettini postali che vengono emessi e pagati mensilmente. Ricorda che le spese dovute al pagamento dei bollettini postali sono sempre a carico del cliente, così come è previsto dalle tariffe attualmente vigenti. L’importo minimo che si può richiedere con questo tipo di prestito è di circa 3.000 €. Al contrario, l’importo massimo può arrivare anche fino ai 30.000 €. È un prestito personale che può essere richiesto da persone che hanno la residenza in Italia e che hanno un contratto di lavoro o una pensione all’interno del nostro paese.

Tipologie e finalità

Tra le diverse tipologie di prestiti postali che oggi si possono richiedere, troviamo ad esempio quelli ideali per l’acquisto di una nuova auto, oppure per il consolidamento del debito. Questo tipo di finanziamento consente di pagare tutte le scadenze delle rate mensili all’interno di un’unica rata. In questo modo, si può godere di alcune promozioni e di agevolazioni economiche disponibili per tutti i titolari che dispongono di un conto corrente BancoPosta. Si possono richiedere delle somme di denaro anche abbastanza elevate, dell’ordine di circa 20.000€. In caso di necessità economica, si possono richiedere dei prestiti postali che prevedono l’erogazione di importi anche più elevati.

L’importo del prestito viene accreditato in modo automatico sul conto BancoPosta che è intestato direttamente al richiedente. Sono molto gettonati allo stesso modo anche i prestiti ristrutturazione casa. Sono degli strumenti molto utili ad esempio per l’acquisto di pannelli solari e fotovoltaici e per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione. Cerca la tipologia di finanziamento ideale per te. Molto dipende dalle tue esigenze e dal motivo per cui hai la necessità di richiedere questo tipo di prestito. Oggi possono essere richiesti dei prestiti postali per la ristrutturazione della propria casa, così come per l’acquisto di un’auto, oppure anche per consolidare il tuo debito.