Come accedere ad un mini prestito BancoPosta: guida completa, spiegazione

Indice dei contenuti

Poste Italiane ad oggi ha poco più di un secolo e mezzo di storia. Oggi c’è una rete di uffici postali che è particolarmente diffusa praticamente in tutto il nostro paese. Vanta centinaia di dipendenti e milioni di clienti. Si tratta quindi di una realtà particolarmente solida all’interno del nostro paese. Da qualche anno a questa parte, Poste Italiane si occupa della concessione di prestiti e di finanziamenti, andando ad aiutare le famiglie che si trovano più in difficoltà economica.

Questa guida ha lo scopo di mostrarti esattamente quali sono i migliori prodotti finanziari e le migliori soluzioni offerte oggi da Poste Italiane. Ci concentreremo  in particolare su quelli che vengono definiti mini prestiti BancoPosta.

Prestiti BancoPosta: tutti i dettagli

Oggi Poste Italiane mette a disposizione di tutti i suoi clienti diversi tipologie di prestiti di finanziamenti, definiti prestiti BancoPosta. Sono delle forme di finanziamento che sono pensate appositamente per andare incontro ai bisogni economici e alle necessità di tutte le famiglie. Possono essere richiesti anche dagli imprenditori. Il denaro che si riceve in prestito grazie a questi finanziamenti può essere utilizzato per far fronte a spese di varie tipologie per acquisti di diverso genere. Non sono dei prestiti finalizzati. Ciò significa che il denaro che viene erogato non è vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico. Al contrario, chi riceve la liquidità ha la possibilità di utilizzarla in base alle esigenze e al motivo per cui ne ha la necessità.

Ogni tipologia di prestito BancoPosta naturalmente ha le sue caratteristiche principali. Tuttavia, c’è da dire che tutte le tipologie di finanziamenti BancoPosta hanno alcuni aspetti in comune. Grazie a questi prestiti, hai la possibilità di ottenere delle somme di denaro spesso anche molto diverse tra di loro. Puoi ottenere ad esempio dei prestiti da soli 1.000 € fino a dei finanziamenti che possono arrivare anche a 50.000 €. Possono essere utilizzati quindi sia per far fronte a spese di piccola portata, sia ad esempio per l’acquisto di una nuova auto o per fronteggiare delle spese più consistenti e corpose.

Piani di rimborso e rate

I piani di rimborso previsti dei prestiti BancoPosta possono variare spesso da una tipologia all’altra, anche da una banca all’altra. Perciò, possono variare i piani di ammortamento e i termini di rimborso previsti. I prestiti che erogano gli importi più piccoli hanno dei tempi di rimborso minimi di circa 20 mesi. Al contrario, i prestiti per i quali vengono erogate delle somme di denaro elevate hanno dei termini e dei tempi di rimborso che possono arrivare anche fino a 10 anni. Naturalmente, il piano di rimborso viene stabilito a discrezione totale dell’ufficio postale che concede il finanziamento.

Il piano di rimborso spesso può variare anche in base alle nostre esigenze. Questi finanziamenti prevedono l’applicazione di tassi di interesse che possono essere anche molto diversi da una soluzione all’altra. Di solito, vengono applicati dei tassi di interessi fissi. Questo significa che la rata mensile di rimborso del finanziamento sarà costante per tutta la durata del rimborso del prestito. Sono sempre di più la persone che scelgono di fare richiesta di prestiti postali anche direttamente on-line oppure anche presso qualunque tipo di ufficio postale locale.

Mini prestiti BancoPosta: caratteristiche e info

Alcune tra le soluzioni di finanziamenti e di prestiti postali oggi più richieste e gettonate troviamo quelli cosiddetti mini e prendono il nome di mini prestiti BancoPosta. Si tratta in sostanza di piccoli prestiti che prevedono dei piani di rimborso in sole 22 rate fisse mensili, alle quali viene applicato un tasso di interesse uguale e fisso per tutta la durata del finanziamento. La rata mensile quindi sarà uguale per tutto il piano di ammortamento del prestito. Sono dei prestiti ideali per chi ha la necessità di richiedere e di ottenere solo delle piccole somme di denaro.

Con questi prestiti, si possono ottenere delle cifre molto diverse anche da una soluzione all’altra. Ad esempio, puoi richiedere da 1.000 € fino a circa 3.000 €. La liquidità richiesta per mezzo di questi finanziamenti può essere utilizzata per scopi di vario genere. Ad esempio, puoi avere la necessità di effettuare un acquisto oppure un viaggio, così come anche per realizzare un piccolo progetto per sé o per la propria famiglia.

La richiesta di questo finanziamento può essere avanzata sia presso qualunque tipo di ufficio postale, sia anche on-line. Una richiesta di questi finanziamenti on-line infatti oggi è molto apprezzata soprattutto da parte di chi ha la necessità di ottenere queste somme in tempi abbastanza celeri. I tempi di attesa e di richiesta dei finanziamenti on-line sono molto più veloci rispetto a quelli previsti invece per la richiesta di un prestito presso un ufficio postale. Di solito, gli importi che si possono richiedere con i mini prestiti BancoPosta non superano i 3.000 €.

Requisiti necessari

Ci sono dei requisiti specifici che ci vengono richiesti degli uffici postali, compresi quelli on-line. Oggi possono accedere a questa forma di finanziamento solamente i soggetti che sono titolari di una carta Postepay Evolution. Occorre avere un’età compresa tra i 18 e i 76 anni non compiuti a fine rimborso. Inoltre, è necessario avere la residenza in territorio italiano. Occorre dimostrare dal punto di vista economico un reddito che deriva da un lavoro stabile oppure una pensione dimostrabile attraverso la presentazione di un cedolino. I principali documenti che occorre presentare per avanzare la propria richiesta di un mini prestito postale presso un ufficio postale sono i seguenti:

  • documento d’identità in corso di validità;
  • tessera sanitaria fiscale;
  • documento di reddito

I cittadini stranieri devono aggiungere anche i seguenti:

  • passaporto da aggiungere al proprio documento d’identità
  • carta di soggiorno o permesso di soggiorno in corso di validità
  • documento che attesti la propria residenza in Italia da almeno 12 mesi, se si tratta di lavoratori dipendenti, oppure da almeno 36 mesi, se invece si è dei lavoratori autonomi o dei liberi professionisti;
  • documentazione che riguarda la propria anzianità lavorativa, la quale deve essere pari ad almeno 12 mesi continuativi presso lo stesso datore di lavoro.

Rimborso: come avviene?

Il rimborso di questi finanziamenti di solito non supera i 22 mesi. Si tratta di prestiti i cui contratti prevedono l’erogazione di somme di denaro che sono abbastanza contenute. Questo vuol dire che anche il numero delle rate mensili sarà minore. Allo stesso tempo, anche la durata del piano di ammortamento sarà ridotta. Il rimborso di questi prestiti avviene attraverso il versamento di rate mensili.

L’importo da restituire viene addebitato di solito sulla propria carta Postepay Evolution, oppure sul proprio conto corrente BancoPosta. Di solito, non è prevista la modalità della cessione del quinto, ovvero la cessione di massimo un quinto del proprio stipendio o della propria pensione per ottenere un mini prestito BancoPosta.

A chi sono destinati?

I mini prestiti BancoPosta oggi possono essere richiesti da tutti i dipendenti pubblici e privati, così come anche dei pensionati in grado di dimostrare di percepire una pensione con importi sufficienti per poter rimborsare il prestito richiesto. Anche i pensionati quindi oggi possono godere di questi finanziamenti in tutta tranquillità. Naturalmente, occorre presentare tutti i documenti e possedere tutti i requisiti, compresi quelli economici. Tali requisiti sono considerati indispensabili per ottenere il finanziamento richiesto.

Di solito, per i mini prestiti per pensionati sono previste alcune modalità di rimborso particolari, come ad esempio la cessione del quinto. Con la cessione del quinto, il rimborso del finanziamento non avviene attraverso bonifici o assegni circolari. Al contrario, avviene una trattenuta che non deve superare il 20% della pensione netta del soggetto pensionato richiedente. Si tratta di una soluzione molto comoda per i pensionati che hanno la necessità di richiedere piccole somme di denaro da ricevere in poco tempo.