Prestiti postali: il miglior prestito personale 2021 targato Poste Italiane

Indice dei contenuti

Capita spesso, durante la propria vita, di avere bisogno di liquidità extra, utile ad esempio per realizzare piccoli e grandi progetti a lungo termine, spesso rimandati. In alternativa, potresti avere bisogno di liquidità extra, ad esempio per affrontare delle spese impreviste che richiedono l’erogazione di importi anche piuttosto elevati. Da questo punto di vista, Poste Italiane viene incontro a diverse categorie di persone e di lavoratori attraverso la concessione di prestiti personali.

Grazie ai prestiti postali, molte persone hanno la possibilità di accedere ad una liquidità aggiuntiva attraverso la sottoscrizione di un prestito al consumo. Per mezzo di questo prestito quindi, si può godere di una liquidità extra con una certa serenità e migliorando così il proprio bilancio familiare.

Prestiti personali postali: info e tipologie

I prestiti personali Poste Italiane sono dei finanziamenti che vengono offerti oggi dal gruppo Poste Italiane. Si tratta di una realtà particolarmente consolidata che oggi offre a tantissime italiani la possibilità di accedere a delle prestazioni agevolate che sono erogate proprio da Poste Italiane. I prestiti di Poste Italiane vengono definiti prestiti BancoPosta. Sono dei finanziamenti nati con l’idea di soddisfare le necessità economiche e i bisogni di tutte le famiglie che desiderano realizzare grandi e piccoli progetti. Gli importi che si possono erogare grazie a questi finanziamenti possono andare da un minimo di 1.000 € fino ad un massimo di 50.000 €, e a volte anche di più.

La tipologia di prestito che si sceglie dipende principalmente dalle nostre necessità economiche e dal motivo per cui abbiamo la necessità di richiedere questi finanziamenti. Se abbiamo bisogno di somme di denaro contenute e di piccoli importi, allora sicuramente potremmo chiedere un piccolo prestito BancoPosta. Al contrario, se abbiamo la necessità di acquistare una nuova casa oppure di richiedere delle somme di denaro più elevate per far fronte a delle spese ingenti, potremmo avere bisogno di un prestito BancoPosta pluriennale.

Piani di ammortamento e rate

La durata del piano di ammortamento di un prestito personale BancoPosta è molto variabile. Si può andare da un minimo di 20 mesi fino ad un massimo di 120 mesi. Naturalmente, come accade per tutti i finanziamenti, la durata del piano di ammortamento dipende dalle nostre esigenze, ma soprattutto dall’importo del finanziamento erogato.

Se il prestito personale eroga un importo particolarmente alto, allora anche la durata del piano di ammortamento sarà più lunga nel tempo. Al contrario, i piccoli prestiti BancoPosta prevedono dei piani di ammortamento che spesso sono abbastanza ridotti e brevi. I prestiti personali di Poste Italiane prevedono l’applicazione di un tasso d’interesse che spesso è fisso. La rata mensile quindi sarà costante per tutta la durata del prestito. Puoi fare richiesta presso qualunque ufficio postale per ricevere un prestito BancoPosta. In alternativa, puoi anche consultare alcuni portali on-line.

A chi sono destinati?

Il prestito personale di Poste Italiane può essere richiesto oggi anche se non si è titolari di un conto corrente BancoPosta. L’importo deve essere non inferiore ai 3.000 € e la durata del piano di ammortamento  può cambiare. Si può andare spesso da 24 a 84 mesi. Il rimborso delle rate mensili ha una scadenza per l’appunto mensile. Il rimborso può avvenire tramite un addebito sul proprio conto corrente BancoPosta, oppure sulla propria carta Postepay Evolution, così come anche attraverso il pagamento di alcuni bollettini postali. I documenti da presentare sono il documento d’identità, la tessera sanitaria e il proprio documento di reddito.

Documenti necessari

I documenti da presentare per ottenere questo finanziamento sono gli stessi previsti per altre tipologie di finanziamenti. Occorre presentare il proprio documento d’identità in corso di validità, la tessera sanitaria e il codice fiscale, oltre ad un documento che certifichi la nostra affidabilità economica e il nostro reddito. Si parla quindi dell’ultima busta paga per i dipendenti pubblici o privati e del modello unico per gli autonomi e per i liberi professionisti. Vale invece il cedolino della pensione per i pensionati.

L’erogazione del finanziamento, che può arrivare in alcuni casi e per alcune soluzioni anche fino a 30.000 € avviene anche in un’unica soluzione. Avviene un accredito diretto sul proprio conto BancoPosta intestato al richiedente del finanziamento. Il prestito può avere una durata minima di 30 mesi fino ad un massimo di 80 mesi o anche di più.

Prestiti postali per l’acquisto di un’auto

Sono numerose le tipologie di prestiti postali che oggi hai la possibilità di richiedere. Di solito, sono dei prestiti finalizzati. Ciò significa quindi che il denaro è vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio particolare. Tra i principali tipi di prestiti postali oggi messi a disposizione da Poste Italiane troviamo ad esempio quello per l’acquisto di una nuova auto. È un un prodotto finanziario che è stato promosso nel 2018. Si tratta di una soluzione perfetta per chi desidera acquistare una nuova automobile, oppure anche un’automobile usata. Grazie a questi prestiti hai la possibilità di godere di un piano di rimborso molto agevolato e di un Taeg che non supera l’8%.

Di solito, questi finanziamenti non prevedono il pagamento di spese di istruttoria, di incasso rata, oppure delle spese dovute alla gestione della pratica. Il prestito può essere riservato anche ai titolari di conto corrente BancoPosta che desiderano richiedere delle somme di denaro che possono arrivare anche fino ai 30.000 €. In questo caso, si può godere di tassi di interesse ridotti. Il prestito BancoPosta per auto oggi può essere richiesto se risiedi in Italia e hai la possibilità di dimostrare un buon reddito stabile e sicuro, oppure di percepire una pensione regolare mensile.

Prestiti postali per ristrutturazione casa

Tra le altre tipologie di finanziamenti BancoPosta più gettonati oggi troviamo quello relativo alla ristrutturazione della propria casa. Si tratta in buona sostanza di un prestito offerto anche questo da Poste Italiane, dal 2018. È una soluzione che ha lo scopo di soddisfare tutte le necessità e le esigenze di coloro che intendono rinnovare la propria abitazione. Oggi tutti i titolari di un conto corrente BancoPosta o che dispongono di alcuni libretti di risparmio postale, hanno la possibilità di usufruire di questi prestiti.

Questo tipo di finanziamento che può risultare anche un valido strumento per l’acquisto di elettrodomestici oppure per l’acquisto di altri strumenti che sono utili per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione. È il caso ad esempio dell’acquisto di pannelli solari fotovoltaici e simili.

Gli importi che si possono finanziare grazie a questi prestiti personali possono variare spesso da una tipologia all’altra. Ad esempio, si possono richiedere dei prestiti per ristrutturazione casa che prevedono l’erogazione di importi contenuti, anche dell’ordine di 20.000 €. In alternativa, se i lavori di ristrutturazione sono numerosi e diversi, allora si possono richiedere anche dei prestiti con importi maggiori anche fino a 50.000 €.

Prestiti postali per consolidamento debiti

Anche i prestiti per il consolidamento del debito sono altre tipologie di prestiti oggi molto apprezzate e gettonate da chi dispone di un conto corrente BancoPosta oppure di un libretto di risparmio postale. Si tratta di un finanziamento che permette a tutti i titolari di un conto corrente BancoPosta di richiedere un importo che è uguale o superiore ai 15.000€.

Ti possono essere richiesti dei prestiti BancoPosta per il consolidamento del debito di importi molto diversi tra di loro. Si può andare da importi minimi come ad esempio 4.000 € e importi più alti, come 30.000 €. L’accredito del prestito avviene direttamente sul conto corrente bancario del soggetto richiedente, oppure in contanti direttamente all’ufficio postale naturalmente, secondo i limiti previsti dalla normativa attuale.