Prestiti postali per consolidamento debiti: come fare per ottenerli, chi può richiederli

Indice dei contenuti

Se avete già stipulato un finanziamento ma avete la necessità di ridurre le rate mensili e soprattutto di una liquidità aggiuntiva per affrontare nuove spese impreviste, potreste scegliere i prestiti postali per consolidamento debiti. Si tratta di un prestito che vi permetterà di estinguere quelli precedenti, accorpandoli tutti in una sola rata, che sarà anche più leggera, anche grazie ai tassi di interesse più bassi. Inoltre, potete estendere la durata del finanziamento, la qual cosa va a incidere anche sulla rata più bassa e cui abbiamo appena parlato.

L’importo massimo che potrete richiedere può variare n base alla tipologia di prestito e anche alla vostra situazione reddituale. In questa guida andremo quindi ad analizzare nel dettaglio quali sono le caratteristiche dei prestiti postali per consolidamento debiti, come fare per ottenerli e chi può richiederli.

I prestiti postali per consolidamento debiti

Come abbiamo anticipato nell’introduzione a questa guida, i prestiti postali per consolidamento debiti vi consentono di ottenere della liquidità per estinguere tutti i finanziamenti che avete in corso e di accenderne uno solo che vi permetta di pagare una sola rata mensile ad un unico istituto di credito, che in questo caso è Poste Italiane.

Il prestito che otterrete verrà dilazionato in più tempo e la rata sarà quindi più leggera, in rapporto soprattutto alla somma di più rate che pagavate precedentemente. I tassi di interesse, di conseguenza, saranno più leggeri e più convenienti.

I vantaggi di un prestito per consolidamento debiti sono evidenti, ovvero:

  • Raggrupperete tutti i debiti che avete in corso in un’unica rata mensile
  • Potrete ottenere della liquidità aggiuntiva per fare fronte a nuove spese
  • Allungherete la durata del rimborso del debito

La soluzione è particolarmente adatta per le famiglie che si trovano spesso a dover pagare mensilmente diverse rate di finanziamenti, come quello acceso per l’acquisto di un’automobile, di un elettrodomestico o di un prestito personale…

Scegliendo il consolidamento debiti, non correte più il rischio di confondere le diverse rate, perché sarete riusciti a raggrupparle tutte in una sola, quindi la gestione diventerà molto più semplice.

Andiamo quindi ad analizzare le caratteristiche dei prestiti postali per consolidamento debiti nel dettaglio.

Caratteristiche

Le caratteristiche dei prestiti postali per consolidamento debiti non sono differenti da qualsiasi altro tipo di finanziamento della stessa tipologia, ma risultano essere tra i più vantaggiosi. Potete quindi richiederli per raggruppare diversi finanziamenti, anche se sono stati accesi con istituti di credito differenti da Poste Italiane. Inoltre, potete chiedere della liquidità aggiuntiva e, nonostante ciò, la rata che andrete a pagare sarà più leggera rispetto alla somma delle precedenti, e dilazionata in un tempo più lungo.

Il tasso di interesse applicato da Poste Italiane sarà uguale per tutti i debiti che avete precedentemente contratto, e sarà più vantaggioso rispetto a molte altre tipologie di prestito che potreste richiedere.

Chi può richiederli

I prestiti postali per consolidamento debiti posso essere richiesti se vengono rispettati alcuni requisiti, ovvero dovrete:

  • Dimostrare di essere residenti in Italia
  • Possedere un reddito da lavoro solido e continuativo prodotto in Italia, oppure percepire una pensione
  • Essere titolari di un conto BancoPosta o di un Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario

Quindi, per richiedere un prestito consolidamento è necessario che documentare la vostra situazione reddituale attraverso la presentazione della busta paga, della dichiarazione dei redditi o del cedolino della pensione. Inoltre, attraverso i documenti di identità confermerete la vostra residenza in Italia. Ma non basta, perché oltre a questo dovrete essere clienti BancoPosta, per cui se ancora non lo siete e volete ottenere un prestito postale per consolidamento debiti, dovrete aprire un conto con poste Italiane oppure un Libretto di Risparmio Postale, altrimenti la vostra domanda non verrà accettata.

Importi richiedibili e durata del prestito

Potrete richiedere somme che vanno da un minimo di 3000 euro a un massimo di 50.000 se siete titolari di un conto BancoPosta. Se invece possedete un Libretto di Risparmio Postale, il limite massimo di abbassa a 30.000 euro.

La durata del rimborso può andare da 24 a massimo 96 mesi.

Come fare per ottenerli

Richiedere ed ottenere un prestito consolidamento a Poste Italiane, se rispettate tutti i requisiti sopra elencati, non è affatto difficile.

Innanzitutto, avete la possibilità di richiederli sia recandovi presso una filiale fisica e sia inoltrando domanda online. Nel secondo caso, verrete poi ricontattati da un consulente che vi chiederà di raggiungere la filiale per formalizzare il tutto.

Potrete prendere un appuntamento con un operatore presso la filiale più vicina a voi, chiamando il numero verde gratuito 800 00 33 22.

I consulenti di Poste Italiane vi spiegheranno in modo molto dettagliato tutte le operazioni che verranno eseguite, e poi procederanno a preparare il contratto che firmerete e che darà modo a Poste Italiane di procedere con il consolidamento.

La documentazione che dovrete presentare sarà la seguente:

  • Documento di identità valido e codice fiscale (o tessera sanitaria)
  • Documentazione relativa al reddito percepito (busta paga, Modello Unico, CUD, 730 o cedolino della pensione)
  • Conteggi estintivi dei prestiti che intendete estinguere

Questi ultimi vanno richiesti presso le banche, gli istituti di credito o le finanziarie che vi hanno concesso i precedenti finanziamenti.

In base alle diverse e varie situazioni, Poste Italiane potrebbe richiedervi della documentazione aggiuntiva rispetto a quella che abbiamo appena elencato.

Una volta che avrete presentato tutta la documentazione, i consulenti procederanno con la verifica e il controllo di tutte le informazioni. Se tutto andrà liscio, nel giro di pochissimo tempo dall’approvazione del prestito vi verrà erogata la somma richiesta direttamente sul vostro conto corrente postale o, se siete titolari di un Libretto Postale, sul conto corrente bancario o anche in contanti presso lo sportello di una filiale.

Modalità di rimborso

Se siete titolari di un conto BancoPosta, le rate mensili saranno addebitate direttamente su quello. Se invece lo siete di un Libretto di Risparmio Postale, queste saranno addebitate sul vostro conto bancario oppure potrete scegliere di pagarle tramite bollettino postali. In quest’ultimo caso, però, dovrete considerare che le tasse di pagamento applicate saranno a carico vostro.

Per concludere, vi informiamo anche sulla possibilità di stipulare, insieme ai prestiti postali per consolidamento debiti, anche una polizza assicurativa, in modo da tutelare sia voi che la vostra famiglia nel caso in cui non riusciate più in futuro a rimborsare il debito o vi siano degli imprevisti che riguarderanno la vostra attività lavorativa o la vostra salute.

Qualora si dovesse presentare una di queste situazioni, la polizza assicurativa andrà a rimborsare la parte di debito che ancora dovrete restituire, senza danneggiare voi né la vostra famiglia, nei casi per esempio di decesso anticipato e non previsto.