Prestiti postali: quali sono le soluzioni più convenienti?

Indice dei contenuti

Oggi Poste Italiane metti a disposizione di tutti i suoi clienti delle agevolazioni economiche sotto forma di prestiti e finanziamenti. Questi prestiti sono chiamati prestiti postali. Sono dei finanziamenti che hanno lo scopo di migliorare la situazione economica di una famiglia che ha delle difficoltà economiche particolari. Sono dei prestiti particolarmente convenienti che spesso vedono l’applicazione di tassi di interesse convenienti e ridotti.

Sono numerose le tipologie di finanziamenti che vengono offerti oggi da diversi uffici postali locali, ma anche on-line. Sono dei finanziamenti che possono essere richiesti non solo dalle famiglie, ma anche degli imprenditori.

Prestiti postali: cosa sono e info

I presiti postali sono dei finanziamenti offerti oggi dagli uffici postali, sia locali che anche on-line. Vengono offerti sia alle famiglie che hanno delle difficoltà economiche che anche alle aziende e agli imprenditori il denaro che si riceve in prestito. Essendo dei finanziamenti non finalizzati, può essere utilizzato per spese acquisti di vario genere. Tuttavia, tra le varie tipologie di prestiti postali oggi si possono trovare anche quelli di tipo finalizzato, di cui parleremo più avanti. In quest’ultimo caso, si tratta di prestiti che vedono il loro denaro vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico.

In media, tuttavia, i prestiti postali sono dei prestiti non finalizzati. Questo significa che il denaro non è vincolato all’acquisto di qualcosa di specifico. Al contrario, può essere utilizzato in base alle proprie preferenze e ai propri bisogni di utilizzo. I prestiti postali hanno delle caratteristiche generali che fanno parte, pur nella loro diversità, di tutte le tipologie di finanziamenti. Questi prestiti possono prevedere l’erogazione di somme di denaro anche molto diverse tra di loro. Puoi ottenere ad esempio un prestito che eroga solo degli importi ridotti e piccoli, come ad esempio quelli di 10.00 €.

In alternativa, in base alle tue esigenze economiche e puoi optare invece per i prestiti postali che ti permettono di ricevere anche fino a 60.000 €. Naturalmente, la richiesta della somma di denaro che si riceve in prestito dipende principalmente dalle esigenze economiche e dalle preferenze del richiedente. Se chi richiede il finanziamento ha la necessità di richiedere degli importi piccoli, allora puoi scegliere dei prestiti di importi ridotti. Al contrario, chi ha la necessità ad esempio di provvedere delle spese più ingenti può sicuramente scegliere dei prestiti postali come quelli fino a 60.000 €.

Chi può richiederli?

Il richiedente di un prestito postale può essere una persona fisica, ovvero non un’azienda. Tutti quelli che sono titolari di un conto BancoPosta oppure che hanno un libretto postale hanno la possibilità di ottenere un prestito presso un ufficio postale. Il beneficiario del prestito deve avere la residenza in Italia nel caso di cittadini stranieri. La residenza deve essere di almeno un anno. Inoltre, è necessario che il richiedente del finanziamento abbia anche un reddito fisso, che può derivare ad esempio dal proprio lavoro, possibilmente a tempo indeterminato oppure dalla propria pensione.

Occorre dimostrare il proprio reddito, prodotto in Italia, attraverso dei documenti specifici che possono essere diversi per lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi. Inoltre, ci sono dei limiti di età. Il l richiedente deve avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Ci sono anche dei documenti specifici che occorre presentare per la richiesta di un prestito postale.

Tra questi documenti troviamo i seguenti, ovvero un documento d’identità in corso di validità, la propria tessera sanitaria, il codice fiscale. È un documento che attesta il proprio reddito spesso per i lavoratori dipendenti e richiesta l’ultima busta paga. Mentre per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti, la dichiarazione dei redditi tramite 730 o il modello unico. Anche i pensionati possono richiedere dei prestiti postali, presentando il cedolino della propria pensione.

Tipologie di prestiti postali

Sono numerose le tipologie di prestiti postali che oggi puoi richiedere e ottenere la tipologia che scegli di accettare. Molto dipende principalmente dalle tue necessità e dalle tue preferenze, ma soprattutto dallo scopo per cui hai la necessità di richiedere un prestito postale. Tra le diverse tipologie di prestiti postali che oggi puoi richiedere, quelli più comuni sono quelli classici, quello per la ristrutturazione della tua casa è quello per il consolidamento del debito, così come i mini prestiti BancoPosta. Il prestito postale classico è un tipo di finanziamento che ti permette di ottenere una somma modesta.

Questa somma può essere usata ad esempio per far fronte a spese di vario genere, sia piccole che medie. Nel dettaglio, grazie a questi prestiti, hai la possibilità di ottenere delle somme che possono andare dai 3.000 ai 30.000 €. Il piano di rimborso prevede un minimo di 24 rate mensili fino ad un massimo di 84 rate. I soggetti che non dispongono di un conto corrente BancoPosta hanno comunque la possibilità di accedere a un prestito postale di tipo classico. Se la tua richiesta di finanziamento viene accettata, potrai beneficiare del tuo finanziamento secondo diverse modalità.

La liquidità richiesta ti verrà accreditata sul tuo conto corrente BancoPosta, oppure sulla carta Postepay Evolution, se è posseduta dal richiedente. In alternativa, si possono ricevere direttamente in contanti allo sportello della posta per un importo massimo però di 10.000 € e solo in alcuni casi particolari.

Prestiti postali per ristrutturazione casa

Altri tipi di prestiti postali molto gettonati al giorno d’oggi sono quelli richiesti per la ristrutturazione della tua casa. Se il tuo scopo è quello di ristrutturare la tua casa o di rinnovarla del tutto o di effettuare un miglioramento della sua efficienza energetica. Puoi pensare di sottoscrivere un prestito postale per la ristrutturazione della tua casa. Questo tipo di finanziamento può essere utile, se hai intenzione di effettuare questi tipi di lavori, ma non hai a disposizione la liquidità necessaria per completarli. Si tratta in questo caso di un finanziamento di tipo finalizzato. In questo caso, il denaro che ottieni sarà vincolato quindi agli scopi stabiliti in fase contrattuale.

Il denaro che ricevi in prestito, lo si può utilizzare quindi solamente per i lavori di ristrutturazione della tua casa, oppure per quelli relativi al miglioramento dell’efficienza energetica del tuo immobile. Grazie ai prestiti postali per ristrutturazione casa, puoi richiedere dei finanziamenti che possono andare dei 10.000 € anche fino ai 50.000 €.

Il piano di ammortamento previsto per questi finanziamenti prevede un minimo di 36 rate mensili fino ad un massimo di 120 rate mensili. In questo caso, il massimo periodo di tempo entro il quale si può rimborsare il prestito è di 10 anni. Grazie a questo finanziamento, hai la possibilità non solo di ristrutturare la tua casa, ma anche di acquistare mobili e nuovi elettrodomestici, oppure per l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici.

Prestiti postali per il consolidamento del debito

Anche i prestiti postali per il consolidamento del debito sono delle soluzioni oggi molto popolari e gettonate. Sono dei finanziamenti ideali per chi ha già sottoscritto ulteriori finanziamenti e deve provvedere al rimborso di diverse rate mensili. Attraverso la sottoscrizione di questo tipo di prestito, il richiedente ha quindi la possibilità di provvedere al rimborso di tutte le sue scadenze e di tutti i suoi debiti, attraverso un’unica soluzione, ovvero un’unica rata mensile.

Grazie a questi finanziamenti puoi godere di una certa comodità. Per quanto riguarda il rimborso delle rate mensili, queste verranno accorpate tutte in una sola rata. Inoltre, il richiedente in questo caso ha la possibilità di ottenere anche un’ulteriore liquidità, dal momento che possono essere richieste delle somme che vanno dai 3.000 € in su. Il piano di rimborso per questi prestiti prevede un minimo di 24 mesi e un massimo di circa 100 mensilità. È un finanziamento destinato a chi è titolare di un conto corrente BancoPosta oppure di chi dispone di un libretto di risparmio postale.